Come scegliere il nome e il dominio per il sito internet dell’azienda

Quando si realizza un sito web per l’azienda la prima cosa da dover decidere è il nome del dominio. Quale estensione è la migliore? Ecco i nostri consigli

Per un’azienda che sbarca sulla Rete, il primo passaggio da fare è creare un sito Internet. Scegliere il dominio che ospiterà il nostro sito è un passaggio fondamentale affinché l’indicizzazione sui motori di ricerca vada a buon fine. Scegliere un nome che non si riferisca all’attività o al nome della nostra azienda, rende più complicato il posizionamento sui motori di ricerca e inutile la creazione del sito internet.

Il nome del sito web è la prima decisione che un’azienda deve prendere. L’idea più semplice è quella di utilizzare il nome dell’impresa anche per il sito internet. Ma non sempre è possibile: se il dominio è stato già registrato, dovremo optare per un’altra scelta. Ad esempio, si può aggiungere al nome del sito la città dove l’azienda è posizionata (www.nomeaziendacittà.it). La scelta del dominio (registrare un dominio vuol dire associare un nome univoco all’indirizzo del server dove è ospitato il sito web) è importante anche per una scelta di brand identity. Il nome utilizzato per il sito web identifica solamente un’azienda: la nostra.

Se non avete a disposizione un budget elevato per creare il sito dell’azienda, è possibile utilizzare dei servizi online che permettono di realizzarlo senza spendere delle cifre enormi. Libero Pages è uno di questi servizi. Realizzato da Italiaonline, permette di creare un sito internet partendo dalla propria pagina Facebook. Il funzionamento è molto semplice: l’impresa può scegliere il nome del sito e importare i contenuti direttamente dalla propria pagina Facebook. La sincronizzazione tra il sito e la pagina Facebook avviene con pochissimi click ed è alla portata di qualsiasi utente, anche quello meno esperto. Oltre alla possibilità di scegliere il nome dominio del sito, Libero Pages permette di creare anche un e-commerce dove mettere in vendita i propri prodotti. Il tutto con un budget davvero contenuto.

Come scegliere il nome dominio del sito

Per il dominio meglio scegliere il nome dell’azienda o utilizzare delle parole chiave che si riferiscono all’attività dell’impresa? Google premia i siti web che hanno nel nome del sito quello dell’azienda. Per l’indicizzazione sui motori di ricerca è preferibile utilizzare un dominio www.nomeazienda.it. Una valida alternativa è inserire, oltre al nome dell’azienda, anche l’attività di riferimento. Molto spesso capita che il nome scelto per il sito web sia già occupato e quindi è necessario trovare un’alternativa. Noi vi suggeriamo un dominio www.nomeaziendaattività.it. Essendo l’attività anche una parola chiave, Google non ci penalizzerà.

Alcune aziende utilizzano nel nome del dominio anche i trattini (www.nome-azienda-attività.it). È una pratica che sconsigliamo, soprattutto a livello di posizionamento sui motori di ricerca. Il nome del sito web deve essere chiaro e leggibile, facile da scrivere e senza impedimenti che rendono complicato il lavoro di posizionamento di Google.

Quale estensione scegliere per il sito internet dell’azienda

L’estensione di un sito web sono le ultime due o tre lettere che digitiamo dopo il nome del dominio. Solitamente identifica il mercato di riferimento, ma ci sono delle estensioni che possiamo definire “internazionali” (come ad esempio il .com o il .net). In Italia la più utilizzata è logicamente l’estensione .it e per un’impresa italiana non si può prescindere dall’avere il sito con questa estensione. Ma è consigliabile acquistare anche un dominio con estensione .com o .net, soprattutto se la nostra azienda vende molto all’estero.

 

CONTATTACI PER UNA CONSULENZA GRATUITA O UN PREVENTIVO PER UN SITO WEB:

+39 393 24 86 870 – A. Felice
+39 333 87 63 269 – G. Sergi

 

FONTE:https://tecnologia.libero.it